In Consiglio il piano triennale

In Consiglio il piano triennale PACHINO - Arriva in consiglio il piano triennale delle opere pubbliche 2008-2010. Nella prossima seduta i consiglieri comunali saranno chiamati a valutare e, ove lo riterranno opportuno, a modificare il piano triennale delle opere pubbliche che consiste nella programmazione e nella pianificazione che l'amministrazione fa delle opere da realizzare qualora ve ne fossero la possibilità e le risorse, o comunque delle opere da mettere in programma. Il piano che sarà valutato però ha già scatenato diverse polemiche. A manifestare le proprie perplessità è il consigliere Giuseppe Gambuzza che ha notato delle discrasie ed una mancata corrispondenza tra quanto approvato in sede di giunta e quanto posto all'esame del civico consesso. «Purtroppo siamo chiamati oltre che a fare i consiglieri a fare i detectiv per cercare di scoprire dove sta l'inganno preparato alle nostre spalle». Secondo Gambuzza l'elencazione delle opere relative al 2008 approvato dalla giunta comunale non coincide con l'elenco annuale sempre per il 2008 che il consiglio è chiamato ad approvare.

Inoltre il consigliere Di Stefano ha proposto degli emendamenti aumentando la spesa complessiva di un milione e mezzo di euro rispetto alla cifra originariamente prevista per la realizzazione del metanodotto. «Mi chiedo come mai, -ha affermato Gambuzza- l'emendamento del collega di maggioranza non ci è stato notificato in maniera da poter prendere visione delle motivazioni proposte». Poi Gambuzza ritorna sulla questione discarica. «Non vorrei che anche a Pachino si verificasse quanto sta accadendo altrove dove si è costretti a fare le barricate per difendere il territorio dalla realizzazione delle mega-discariche».

Sa.Mar.
Fonte: LaSicilia.it il 04-05-2008 - Categoria: Politica

Lascia il tuo commento
Rosario Spinello - 07-05-2008 15:27:08 Rosario Spinello
Le solite menate....

Come si sà il piano triennale è il libro dei sogni...Ma i sogni hanno la necessità di essere confermati da un voto...Manco a dirlo, in questo caso, al di là delle quisquiglie riportate con enfasi peregrina nell'articolo, facendo vedere la luna nel secchio con l'immancabile asino che bevuta l'acqua non vede più la luna: appare opportuno segnalare che è il consiglio comunale l'organo supremo qualificante che dice l'untima parola su Piano...

Il piano poi và organizzato per i programmi annuali che l'amministrazione intende portare a compimento..Ma rimane un aspetto decisivo e costante che nel piano possono essere inserite opere proposte anche da un singolo consigliere..
Anche durante le fasi di discussione in consiglio comunale prima del voto finale...
Vi parlo per esperienza..infatti nel 1989-90 proposi di inserire nel piano triennale la progettazione e realizzazione di una canale di gronda delle acque superficiali dal canale che passa parallelo all'ultimo tratto della Pachino-Marzamemi..La proposta venne accolta da tutto il consiglio Comunale e venne inserita nel piano triennale...
Il problema è che a distanza di 18-19 anni....l'allagamento della strada Pachino- Marzamemi, nell'ultimo tratto,( dalla rotatoria alla madonnina) non è stato ancora risolto...
Diamo tempo al tempo... prima o poi qualcosa si farà... hahahahahahah

speranzosi saluti, Spiros
Cerca su PachinoGlobale.net