Home  News Utenti  Foto Utenti  Video Utenti  Notizie dai giornali  Blogga  Account  Contatti 
Inserisci News Inserisci Foto Inserisci Video
Registrati Recupera i tuoi dati Crea/Aggiorna profilo Privacy Condizioni d'uso Utenti
Siti Registrati Registra un sito Supportaci

in
Utente Password
  Commenti

Progetto Pachino al via


 Leggi la notizia      Aggiungi il tuo commento

Ci sono attualmente N° 3 commenti per questa news

I commenti sono di proprietà dei legittimi autori,
che ne sono anche responsabili.

 Enzo Cataudella ha scritto:04-03-2009 15:39:10
Ai commentatori precedenti e a tutti quelli che leggerano questa notizia dico: il tavolo è aperto a tutti, venite e confrontatevi, il vostro contributo sarà ben accetto e sicuramente proficuo. E' la fase più critica che il nostro comune abbia mai attraversato, bisogna metterci la faccia l'orgoglio e l'impegno, ora o mai più.
Segnala Abuso

 Luca Infante ha scritto:04-03-2009 12:22:34
Luca InfanteCitando la frase: "Si tratta di uomini e donne che hanno, in alcuni casi, esperienze di militanza politica, istituzionale e amministrative, anche di segno molto diverso, e che, nel momento forse più difficile della storia recente di Pachino, decidono di sceglier il dialogo, anziché la contrapposizione a priori, la collaborazione anziché la guerra, per fare delle loro differenze una ricchezza e per costruire un progetto comune per la città"
Mi viene da pensare:
Ma come possono pensare queste persone che Pachino abbia bisogno di affidare la propria politica a uomini e donne che hanno, in alcuni casi, avuto esperienze di militanza politica, e attraverso il dialogo e attraverso le loro differenze e facendo di queste differenze una ricchezza riuscire a salvare Pachino attraverso un progetto comune.
Mi viene da pensare l'idea di una famiglia oppressa da mille problemi che per risolverli chiami tutti i componenti in un tavolo e il padre dica ai figli "allora iniziamo a risolvere i problemi vediamo tu che ne pensi figlio mio"...
Per risolvere i problemi di Pachino occorre un progetto che abbia una condivisione attraverso un LEADER che sappia interpretare e sia il risultato del gruppo di lavoro con idee comuni.
Pachino è ridotto sul lastrico per questo motivo, in nessuna parte politica di rilievo c'è stato o si è affermato un LEADER capace di decidere e portare avanti i veri temi veri e scottanti con tenacia e determinatezza.

Saluti G. Infante
Segnala Abuso

 Enzo Trobia ha scritto:04-03-2009 00:04:51
Enzo TrobiaSalve a tutti, leggendo questo comunicato scaturisce una gran voglia di aggregazione, indubbiamente motivato dalla possibilità di contributo di idee, progetti, programmi e quant'altro.
Io non ho mai fatto politica attiva e, da anni, vivo anche più o meno lontano da Pachino, seguendo le nefaste vicende che portano alla Pachino di oggi. Ma non è su questo che vorrei puntare l'attenzione, ma su un esempio più ampio che da ampi margini di riflessione. L'aggregazione di persone finalizzata a qualunque pro, nell'ambito nobilmente politco necessita di un filo conduttore che parta da estrazione culturale, pensiero politico e formazione, ed è ampiamente dimostrato da un grande partito italiano che, quando ci sono posizioni molto divergenti su tanti argomenti, la convivenza politica non riesce ad esistere. Prima di Voi, infatti, già il Partito Democratico ha dato l'esatto risultato di cui sopra: come fanno a convivere in pace, a fare un percorso unico Don Camillo e Peppone??? Adesso I meravigliosi Fernandel e Gino Cervi, c'entrano poco, ma simboleggiano le due anime del PD che, ogni volta che si entra in temi delicati, come abbiamo visto e vediamo quotidianamente (vedi testamento biologico, economia, tutela dell'ambiente, e altri argomenti fondamentali) le due anime del PD ovviamente vanno in conflitto e non si riesce a trovare un punto d'incontro e proseguire. Adesso, guardando questo, mi chiedo come potranno fare, qualora fossero premiati dai cittadini, politici o amministratori che partono da idee diverse, e talvolta opposte, a trovare un punto d'incontro per perseguire una azione politica o amministrativa. Qualcuno potrà rispondere un programma comune, ma sappiamo benissimo che non sarà facile nè scriverlo nè rispettarlo (Le 187 pagine di Romano Prodi & co. sono un grande precedente). Mi auguro comunque che, in tutto questo, si svegli la coscienza del rinnovamento che certamente con successo riuscirete a portare avanti, ma bisogna tenere, secondo me, in considerazione quanto sopra. Vi faccio i migliori auguri, anche se, quelli di vero cuore, li faccio alla Nostra Pachino.

Saluti

Enzo Trobia
Segnala Abuso