Home  News Utenti  Foto Utenti  Video Utenti  Notizie dai giornali  Blogga  Account  Contatti 
Inserisci News Inserisci Foto Inserisci Video
Registrati Recupera i tuoi dati Crea/Aggiorna profilo Privacy Condizioni d'uso Utenti
Siti Registrati Registra un sito Supportaci

in
Utente Password
  Commenti

PROVE DI “INCIUCIO” A PACHINO – Il Partito degli scontenti è forte più che mai


 Leggi la notizia      Aggiungi il tuo commento

Ci sono attualmente N° 2 commenti per questa news

I commenti sono di proprietà dei legittimi autori,
che ne sono anche responsabili.

 Pasquale Aliffi ha scritto:06-02-2009 16:17:37
Pasquale AliffiSono in servizio nella Marina Militare da quasi 36 anni e mi appresto ad andare in pensione nella prima metà dell'anno 2009. Nel 2001 ho promosso la nascita del Comitato Pro Marzamemi. Nel 2003 ho promosso la nascita dell'Associazione Promozionale Sud Orientale Sicula. Nel 2007 ho promosso la nascita del Centro Commerciale Naturale di Marzamemi. Un consorzio fra commercianti e semplici interessati al turismo. Nel 2007 ho promosso la nascita dell'Associazione Autonomia Pachinese con cui si vuol provare a togliere una piccola parte del territorio a Noto. il 29 dicembre 06 sono stato nominato Cavaliere della RepubblicaIo non sono per le larghe intese che in politica non hanno una lunga vita. Finito l'amore iniziale della campagna elettorale vengono dopo i dissapori tra persone che ideologicamente la pensano in modo diverso. (Vedi Avola di questi tempi in cui gli alleati hanno già chiesto al Sindaco di dimettersi). Quando parlai per primo di laboratorio politico per Pachino auspicavo che persone che avevano dimostrato intelligenza politica sia di destra che di sinistra si mettessero assieme con in mente soltanto il bene del Paese. Ma questo soltanto dopo le normali elezioni. Ma fra il dire ed il fare c'è di mezzo la realtà che a Pachino rende di difficile attuazione tutto ciò. Invece il laboratorio politico che stà nascendo con il nome di Progetto Pachino altro non è che un'insieme di persone con le più alte aspirazioni di incarichi politici che qualora andasse in porto vedrebbe queste persone quanto meno con un futuro incarico assessoriale mentre uno di loro andrebbe a fare il Sindaco. Ma dove sono i programmi? Ma perchè il sottoscritto che è stato colui che per primo ha auspicato questa cosa non è stato mai invitato, nonostante io abbia detto che non aspiro a nessun incarico elettivo e nonostante abbia più volte espresso le mie idee per tanti argomenti. E perchè non sono stati invitati altri gruppi o persone? Allora sento puzza di bruciato. Vuol dire che questa "cosa" riguarda una semplice alleanza elettorale contro qualcuno che reputano forte politicamente e pur di sbarrargli la strada farebbero carte false per alleare il diavolo e l'acqua santa.
Ed ancora. Perchè questi incontri vengono organizzati da soggetti vicino al centro Sinistra? Perchè loro sanno che ad oggi perderanno le elezioni mentre in questo modo si stanno assicurando quanto meno qualche assessorato (o qualcosa di più grosso) che con le normali elezioni non conquisterebbero.
Cordiali saluti - Pasquale Aliffi
Segnala Abuso

 Turi Borgh ha scritto:05-02-2009 16:50:35
Turi BorghProgetto Pachinocosì parlò Pasquale:
"Lo scrivente è stato forse il primo a parlare di “laboratorio politico” per il futuro di Pachino ma da quel momento tanti hanno parlato, invece, di larghe intese. Io però non intendevo accordi politici pre elettorali, bensì un progetto che, eventualmente, unisca persone acculturate di Pachino che, pur con ideologie diverse, sotterrino l’ascia di guerra politica e per il bene del paese si mettano assieme per risollevarne le sorti."

poi però, sempre Pasquale, così riparlò:
"Diciamo pertanto che a Pachino si è abituati a questo "tipo" di larghe intese, siano esse alla luce del sole o sottobanco ma che nel resto d’Italia si chiamano semplicemente “INCIUCIO”"

mi sembri che un pò ti contraddici.
O ti piace il laboratorio politico oppure lo denigri, definendolo Inciucio.

a me va bene la prima definizione che dai del laboratorio politico, nel quale credo e per il quale, ritengo, valga la pena spendersi.

Di contro, la parola inciucio ha un significato negativo poiché lo intendo come un modo nascosto di fare un accordo politico.
In questo caso, però, caro pasquale, non è così. Il tavolo programmatico e di dibattito sui problemi della città di pachino, è costruito, e si sta notevolmente irrobustendo, sulla base di un accordo chiaro e trasparente, a prescindere dalle posizioni politiche di provenienza e per affrontare le questioni amministrative che certo non sono di destra o di sinistra. La nostra intenzione è, soprattutto, la "governabilità" intesa come capacità di esprimere l'azione di governo attraverso un patto programmatico e di persone che, principalmente, si riconoscono reciprocamente. Ovvero, si ritengono e ritengono i propri alleati uomini che manterranno il proprio impegno programmatico ed elettorale.
E, devo dire, la città sta rispondendo in maniera entusiasta a questa impostazione. Nella prima riunione eravamo in tanti, ma la volta successiva eravamo il doppio e la voglia di aderire e di lavorare mettendosi a disposizione, tralasciando le vecchie logiche partitiche che spesso calpestano le buone volontà, è il chiaro segnale che ognuno vede questo progetto come l'unico mezzo per realizzare un buon governo per Pachino. E' la vera alternativa a tutto ciò che si muove secondo vecchi sistemi e merita maggiore attenzione e rispetto.

saluti
Segnala Abuso