Home  News Utenti  Foto Utenti  Video Utenti  Notizie dai giornali  Blogga  Account  Contatti 
Inserisci News Inserisci Foto Inserisci Video
Registrati Recupera i tuoi dati Crea/Aggiorna profilo Privacy Condizioni d'uso Utenti
Siti Registrati Registra un sito Supportaci

in
Utente Password
  News Utenti

Comunicati


Videoriprese e trasmissione delle sedute di consiglio comunale.


PORTOPALO - Oggetto: Ordine del Giorno sull'inserimento nel regolamento comunale di un articolo per la disciplina delle videoriprese e trasmissione delle sedute di consiglio comunale.
Il sottoscritto Corrado Nastasi in qualità di consigliere comunale, ai sensi dell’art.29, del Regolamento del Consiglio Comunale, presenta il seguente O.d.G., chiedendo che venga inserito nella prossima trattazione del Consiglio Comunale per essere sottoposto a voto:

CONSIDERATO
Che tutti indistintamente i cittadini devono essere messi nelle condizioni di poter accedere nel modo più semplice e diretto alle informazioni sull'attività amministrativa svolta dal Consiglio comunale da loro eletto;
Che il D.L.vo 18 agosto 2000, n. 267 (Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali), all'Art. 10, comma 1, afferma che “Tutti gli atti dell'amministrazione comunale e provinciale sono pubblici”;
Che il D.L.vo 4 aprile 2006, n.159 (Codice dell’Amministrazione Digitale), all'Art. 9 (Partecipazione democratica elettronica) afferma che “Lo Stato favorisce ogni forma di uso delle nuove tecnologie per promuovere una maggiore partecipazione dei cittadini al processo democratico e per facilitare l’esercizio dei diritti politici e civili sia individuali che collettivi”;
Che l'Art. 2 della Legge del 7 giugno 2000, n. 150 afferma che “Le attività di informazione e di comunicazione sono attuate con ogni mezzo di trasmissione idoneo ad assicurare la necessaria diffusione di messaggi, anche attraverso la strumentazione grafico-editoriale, le strutture informatiche, le funzioni di sportello, le reti civiche, le iniziative di comunicazione integrata e i sistemi telematici multimediali”;
Che numerose amministrazioni locali hanno adottato la decisione di trasmettere via internet le sedute del consiglio comunale e che il garante della privacy si è espresso favorevolmente sulla possibilità di pubblicare in streaming i lavori dei Consigli comunali; Che una più completa pubblicizzazione e diffusione delle sedute consiliari, oltre a realizzare una concreta trasparenza dell'azione amministrativa, consentirebbe e favorirebbe una più efficace partecipazione dei cittadini alle decisioni che attengono all’autonomia comunale;

RITENUTO CHE
Che il controllo da parte dei cittadini dell'attività amministrativa possa essere uno strumento utile ed essenziale per stimolare la classe politica;
Che adottare tale iniziativa possa concorrere a contrastare il calo evidente e generalizzato della fiducia verso la politica, soprattutto da parte dei giovani, e favorire un incremento della partecipazione diretta dei cittadini all'attività amministrativa ed elevare il loro senso di appartenenza alla comunità;
Che tale iniziativa possa risultare assai utile anche per un più facile e efficace espletamento del ruolo politico amministrativo degli stessi consiglieri comunali e per il lavoro di consultazione da parte degli addetti ai vari settori di informazione;

TENUTO CONTO
Che il regolamento comunale attualmente in vigore non prevede alcun articolo che regolamenti la disciplina delle videoriprese e trasmissione delle sedute di consiglio comunale,
Propongo il seguente regolamento:
 
COMUNE DI Portopalo di Capo Passero
Provincia di Siracusa
REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE VIDEORIPRESE E
TRASMISSIONE DELLE SEDUTE DI CONSIGLIO COMUNALE
Indice
Art. 1 Finalità
Art. 2 Funzioni
Art. 3 Autorizzazioni
Art. 4 Informazione sull’esistenza di telecamere
Art. 5 Rispetto della privacy
Art. 6 Tutela dei dati sensibili
Art. 7 Limiti di trasmissione e commercializzazione
Art. 8 Interviste
Art. 9 Norma di rinvio
Art. 10 Entrata in vigore

Art. 1 (Finalità)
Il presente Regolamento disciplina il servizio di videoripresa e trasmissione televisiva o web delle riunioni di Consiglio Comunale che saranno effettuate direttamente dall’Ente o da soggetti preventivamente autorizzati. Le norme del presente regolamento integrano le altre disposizioni di legge aventi attinenza con la tutela del diritto alla riservatezza e con il diritto di accesso alla documentazione amministrativa conformemente a quanto stabilito dalle leggi in materia, con lo Statuto e con i relativi Regolamenti comunali vigenti.

Art. 2 (Funzioni)
Il Comune di Portopalo di Capo Passero attribuisce alla diffusione televisiva e/o attraverso web delle sedute del Consiglio Comunale la funzione utile di favorire la partecipazione dei cittadini all'attività politico-amministrativa dell’Ente e si adopererà per favorire tutte le iniziative volte a rendere effettiva questa partecipazione. La ripresa e registrazione audio/video è un diritto del cittadino.

Art. 3 (Autorizzazioni)
Fatte salve le riprese e le trasmissioni via web delle adunanze consiliari effettuate direttamente dall’Ente che dovranno essere messe a disposizione su piattaforma condivisa a quanti ne faranno richiesta senza nessuna limitazione, i soggetti terzi che intendano eseguire videoriprese e trasmissioni televisive delle sedute pubbliche del Consiglio Comunale dovranno, conseguire autorizzazione dal Presidente del Consiglio Comunale.
Tale autorizzazione si intende rilasciata nel caso di silenzio/assenso.
I soggetti interessati dovranno presentare apposita istanza di autorizzazione, comunicando al Presidente del Consiglio, i seguenti dati chiaramente evidenziati:
-modalità delle riprese;
-finalità perseguite;
-modalità di trasmissione (radiotelevisiva, web, diretta, differita).
I soggetti che faranno richiesta ed effettueranno le videoriprese non percepiranno alcun compenso o contributo da parte dell’ente
L’autorizzazione comporterà l’obbligo per il soggetto autorizzato di rispettare le norme del presente regolamento e, per quanto non espresso, tutta la normativa in materia di privacy ai sensi del D. Lgs. 196/2003 e successive modifiche ed integrazioni, restando in ogni caso a carico dello stesso ogni responsabilità in caso di violazione delle norme richiamate. L'autorizzazione comporta il consenso all’introduzione nell’aula delle apparecchiature di ripresa come telecamere e altri strumenti di videoripresa, l’utilizzo di servizi ed il collegamento delle attrezzature che dovranno in ogni caso avere ingombri e rumorosità tali da non disturbare lo svolgimento dei lavori.
Il diniego alla ripresa televisiva viene deciso dal Presidente del Consiglio, sentita la Conferenza dei Capigruppo e va motivato in base a criteri oggettivi e facilmente verificabili.
Tale diniego è consentito anche durante le sedute di Consiglio Comunale

Art. 4 (Informazione sull’esistenza di telecamere)
Il Presidente del Consiglio ha l’onere di fornire preventiva informazione a tutti i partecipanti della seduta consiliare circa l’esistenza di videocamere e della successiva trasmissione delle disponendo anche ai fini della conoscenza da parte del pubblico che nella sala consiliare affissi specifici cartelli.

Art. 5 (Rispetto della privacy)
Si fa riferimento alle indicazioni e normativa del Garante della Privacy.

Art. 6 (Tutela dei dati sensibili)
Al fine di prevenire l'indebita divulgazione dei dati qualificati come "sensibili" dal D196/2003, per tutelare ed assicurare la riservatezza dei soggetti presenti o oggetto del dibattito, il Presidente del Consiglio Comunale deve richiamare i componenti del Consiglio Comunale ad un comportamento consono al ruolo che ricoprono, in modo che evitino di divulgare dati personali non attinenti alla discussione, inutili e inopportuni e può, in occasioni particolari, in caso di mancata osservanza da parte dei Consiglieri, limitare la ripresa a tutela delle persone presenti o oggetto di discussione.

Art. 7 (Limiti di trasmissione e commercializzazione)
La diffusione delle immagini televisive è consentita in ambito locale, nazionale e su web.
La diffusione parziale delle riprese effettuate deve essere rispettosa del principio di completezza informativa e di trasparenza.
I soggetti autorizzati che violino il principio di imparzialità sia nelle riprese che nella diffusione delle immagini verranno invitati con comunicazione scritta e motivata a correggere le modalità di ripresa e, in caso di recidiva, potranno non essere più ammessi ad effettuare riprese e decadranno dal relativo diritto. E’ vietato il commercio del materiale audiovisivo da parte di chiunque.

Art. 8 (Interviste)
Gli Amministratori ed i Consiglieri comunali potranno concedere interviste esclusivamente all’esterno della sala consiliare, al fine di evitare ogni intralcio ai lavori del Consiglio ed allo svolgimento delle sedute.

Art. 9 (Norma di rinvio)
Per quanto non espressamente disciplinato nel presente Regolamento, si applicano le disposizioni cui al codice in materia di protezione dei dati personali e, per la parte ad esso attinente, del Regolamento comunale per la disciplina delle modalità di esercizio del diritto di accesso a documenti amministrativi e del Regolamento di organizzazione e funzionamento del Consiglio Comunale.

Art.10 (Entrata in vigore)
Il presente regolamento entra in vigore ad intervenuta esecutività della deliberazione con approvato.

Portopalo di C.P.
25 maggio 2011 Il Consigliere Comunale
Corrado Nastasi
Categoria:  Comunicati Inserita il: 26-07-2011 13:41:32
Letta: 866 volte Utente: Corrado Modica
Commenti: 0  Commenta questa notizia 
Chiavi: regolamento comunale videoriprese trasmissione sedute consiglio comunale portopalo capo passero corrado nastasi
Segnala Abuso