Home  News Utenti  Foto Utenti  Video Utenti  Notizie dai giornali  Blogga  Account  Contatti 
Inserisci News Inserisci Foto Inserisci Video
Registrati Recupera i tuoi dati Crea/Aggiorna profilo Privacy Condizioni d'uso Utenti
Siti Registrati Registra un sito Supportaci

in
Utente Password
  News Utenti

Comunicati



PACHINO - «Non possono esistere due verità!» Questo quanto affermano i vertici del movimento socio-politico CambiaMenti in relazione alla “querelle” deflagrata in questi giorni fra l’On. Gennuso ed il Sindaco di Pachino Bruno.

«Lungi da noi prendere posizione nei confronti dell’uno o dell’altro, - afferma il presidente Failla - ma chiediamo che la certezza della legalità venga ripristinata al più presto nella nostra città, anche perché la gestione del servizio idrico-fognario è già stata oggetto di una nostra richiesta di chiarimenti ed atti che, ad oggi, non ha ancora avuto riscontro.»

CambiaMenti si rivolge principalmente alla Procura della Repubblica di Siracusa, probabilmente già interessata dalle denunce incrociate dei due politici, affinché accerti, in tempi celeri, se e quali fattispecie di reato sono stati commessi, per inchiodare gli autori alle loro responsabilità.

«Ma vogliamo rivolgerci anche a S.E. il Prefetto» sottolinea Sorbera, segretario del Movimento «che in occasione di un intervento in Consiglio Comunale di qualche mese fa, ebbe ad evidenziare come Amministrazione e Consiglieri tutti debbano rappresentare un baluardo della legalità, impermeabile a tutte le tentazioni che potrebbero provenire dall’esterno. Ci aiuti a capire, S.E., se sotto l’aspetto amministrativo le regole siano state rispettate come sostiene il Sindaco o, come sostiene l’On. Gennuso, calpestate dal macigno dell’interesse di alcuni.»

Infine Cambiamenti chiede al Sindaco di riferire al più presto in aula consiliare sugli avvenimenti di questi giorni e sugli atti su cui si nutrono dubbi. «Stiamo cercando di individuare quale strada percorrere per chiedere ufficialmente al Sindaco di presentarsi in aula in tempi certi e brevi – chiariscono Failla e Sorbera -. Probabilmente dovrebbe farlo di sua iniziativa, dimostrando a consiglieri e cittadini quanta alta considerazione ha di essi, ma noi faremo quanto nelle nostra possibilità affinché, sotto ogni aspetto, sia affermata la verità, una ed assoluta, perché, prendendo a prestito un pensiero di Oriana Fallaci: “Ogni cosa è fatta di tre punti di vista: il mio,il suo, e la verità!”»

Movimento socio-politico CambaMenti
Categoria:  Comunicati Inserita il: 26-08-2015 14:29:20
Letta: 500 volte Utente: Corrado Modica
Commenti: 0  Commenta questa notizia 
Chiavi: querelle gennuso bruno servizio idrico fognario verità cambiamenti procura
Segnala Abuso