Pachino Globale - Blog Sociale di informazione partecipata - Notizie, Foto, Video - Comunità Web

Home  News Utenti  Foto Utenti  Video Utenti  Notizie dai giornali  Blogga  Account  Contatti 
Inserisci News Inserisci Foto Inserisci Video
Registrati Recupera i tuoi dati Crea/Aggiorna profilo Privacy Condizioni d'uso Utenti
Siti Registrati Registra un sito Supportaci

in
Utente Password
  News Utenti

Comunicati


Persone e gesti indegni non devono coprire l'indignazione manifestata dal popolo.


PACHINO - In questi giorni, inutile negarlo, abbiamo assistito ad un urlo d'orgoglio, ad un grido di disperazione e ad un meraviglioso colpo di reni da parte degli agricoltori, associazione autotrasporti e commercianti, giorni di sciopero e manifestazione in cui tutti hanno voluto dire semplicemente " no, noi non ci stiamo più", tutti insieme han detto basta a questa macelleria sociale, fatta solo di tagli e impoverimento.

Sinistra Ecologia e Libertà Pachino è con il popolo, con le sue giuste motivazioni, che ha voluto scendere a manifestare il proprio rancore e la propria rabbia,anche se non comprendo l'antipolitica, perchè un interlocutore servirà pure no? Ammettendo però che la politica per conquistare la fiducia di questo popolo non ha provato a far niente di buono.

Ho visto boia che si mischiavano tra le vittime, tutti pronti alla corsa per chi dovrà cavalcare l'onda di quest'indignazione. Molte persone e gesti indegni si sono mischiati a questi 5 giorni di blocco, ma tutto questo non deve macchiare questa bellissima pagina in cui la parte di popolo in buona fede è scesa perchè non vuole più stare con le mani in mano mentre assiste alla rapina del futuro dei propri figli.

Ci sono stati gesti intimidatori rivolti ai commercianti, obbligando una buona parte a chiudere contro la loro volontà, gesti che da segretario di circolo devo condannare, invitando i commercianti a non esitare a sporgere denuncia, ma che tutto questo non oscuri la volontà di voltare pagina da parte della gente che ha creduto, in maniera civile, in queste grida d'aiuto solitarie che per 5 giorni son diventate un coro.

Anche se tengo a sottolineare che la gente scesa in piazza non è forza d'urto di cui i fondatori sono stati i principali promotori di chi ora sta al governo e quindi complici di questa crisi e neanche il movimento forconi le cui ombre son a dir poco preoccupanti, loro insieme ad altri individui di spicco in politica hanno provato come abili burattinai a manovrare tutto, ma son fiducioso riguardo il fatto che la gente è ormai consapevole di tutto ciò.

La politica non condanni in toto ciò che è avvenuto, ma ascolti e segua quest'indignazione manifestata dal popolo.

Roberto Arangio
Segretario di Sel Pachino
Categoria:  Comunicati Inserita il: 24-01-2012 20:29:46
Letta: 710 volte Utente: Corrado Modica
Commenti: 0  Commenta questa notizia 
Chiavi: sel indignazione popolo tagli impoverimento antipolitica blocco gesti intimidatori forza d'urto forconi crisi
Segnala Abuso