Home  News Utenti  Foto Utenti  Video Utenti  Notizie dai giornali  Blogga  Account  Contatti 
Inserisci News Inserisci Foto Inserisci Video
Registrati Recupera i tuoi dati Crea/Aggiorna profilo Privacy Condizioni d'uso Utenti
Siti Registrati Registra un sito Supportaci

in
Utente Password
  News Utenti

Comunicati


Il Comune di Pachino non aderisce al Patto dei Sindaci


La Regione Siciliana ha recentemente sollecitato I Comuni che ancora non lo avessero fatto a produrre un Piano per l’Energia Sostenibile (PAES) e aderire al “Patto dei Sindaci”. Il piano e l’adesione, di cui sopra, costituiscono elemento essenziale per l’accesso del Comune ad alcuni fondi comunitari in materia di efficienza energetica ed energie rinnovabili.

Il possesso di un PAES regolarmente approvato dal consiglio comunale e validato dall'organo tecnico della Commissione Europea (JRC) costituisce condizionalità ex-ante per l'accesso da parte delle amministrazioni comunali, sia alle risorse PAC III – Nuove Azioni “Efficienza Energetica (Start-up Patto dei Sindaci)” sia a quelle del nuovo ciclo di programmazione dei fondi comunitari (PO FESR 2014-2020) in materia di efficienza energetica e energie rinnovabili. In sostanza: senza il PAES, addio ai soldi comunitari in materia di efficienza energetica. In pratica, tali fondi potrebbero essere utilizzabili per isolare meglio scuole e uffici e dotarli di pannelli solari consentendo un risparmio notevole delle spese di riscaldamento invernali o di condizionamento estive. L’assessorato dell’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità -Dipartimento dell’energia ha avviato una ricognizione attraverso la quale si e’ stabilito che il comune di Pachino non ha ancora aderito.

Il M5S ha richiesto alla corrente amministrazione tramite lettera protocollata indirizzata al Sindaco Dott. Bruno di aderire al programma di politica comunitaria “patto dei Sindaci” e di procedere nel più breve tempo possibile agli adempimenti propedeutici e vincolanti ai fini dell'accesso alle misure di sostegno previste dal citato PAC III e dal PO FESR 2014-2020 in materia di efficienza energetica e di energie rinnovabili. Inoltre il M5S ha richiesto che venga data pubblicità, quantomeno sul sito internet del comune, dello stato di avanzamento nella redazione del Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile e che, come previsto dalle stesse “Linee Guida per la redazione del PAES”, pubblicate del
JRC, nella redazione del PAES vengano coinvolti tutti gli stakeholders, e in particolare la popolazione del Comune di Pachino (SR).

I fondi strutturali erogati dalla comunità europea sono una fonte essenziale per finanziare progetti atti alla riqualificazione del territorio. Tali strumenti diventano indispensabili soprattutto in comuni come Pachino in cui il Bilancio non consente spese aggiuntive. A tal riguardo e’ assoluto dovere della amministrazione comunale mettere in atto tutte le strategie che possano portare finanziamenti a Pachino indipendenti dalle già altissime tasse imposte da questa amministrazione. Più finanziamenti non sono solo una oggettiva possibilità di migliorare le infrastrutture del paese, ma anche una
ulteriore opportunità di smuovere una economia locale assolutamente stagnante e di creare posti di lavoro.

Professor Mauro F. A. Adamo
Categoria:  Comunicati Inserita il: 16-09-2014 20:48:24
Letta: 654 volte Utente: Corrado Modica
Commenti: 0  Commenta questa notizia 
Chiavi: patto dei sindaci fondi ristrutturazione uffici pubbici scuole mauro adamo roberto bruno
Segnala Abuso