Home  News Utenti  Foto Utenti  Video Utenti  Notizie dai giornali  Blogga  Account  Contatti 
Inserisci News Inserisci Foto Inserisci Video
Registrati Recupera i tuoi dati Crea/Aggiorna profilo Privacy Condizioni d'uso Utenti
Siti Registrati Registra un sito Supportaci

 in  
Utente Password
  News dai giornali

Politica


«Sono ingenerose le critiche dell'ex assessore Basilico»


PACHINO - «Le critiche dell'ex assessore Basilico sono ingenerose poiché i disagi nella raccolta dei rifiuti solidi urbani non dipendono dall'azione amministrativa». Ad affermarlo è stato l'assessore Giorgio Giliberto, titolare della rubrica ecologia ed ambiente. «La necessità di trasportare i rifiuti nella discarica di Costa Gigia, -ha affermato Giliberto- obbliga la ditta che si occupa della raccolta dei rifiuti ad utilizzare dei mezzi più grandi che non si possono infilare nelle stradine delle contrade Granelli e Chiappa poiché non possono manovrare. Per avere il servizio in quelle contrade, -ha continuato Giliberto- ci vorrebbe l'utilizzo di mezzi piccoli che hanno dei costi aggiuntivi che il comune non può sostenere. Ma tutto questo Basilico lo sa bene, così come sa gli sforzi che sto facendo per portare avanti i miei compiti istituzionali a partire dalla rimozione delle alghe alla Balata che è iniziata proprio ieri». Secondo qualche ben informato delle cose politiche pachinesi, le critiche mosse dall'ex assessore a Giliberto celerebbero una precisa volontà politica di Basilico a ritornare in giunta, magari al posto proprio di Giliberto.

«Questo non mi risulta, -ha affermato l'attuale assessore- né si evince da quanto dichiarato da Basilico che però è a conoscenza del lavoro che fino ad oggi io ho portato avanti, compresa la proposta fatta ai proprietari residenti delle contrade dove si verificano i disservizi affinché procedano con mezzi propri a far allargare gli spazi alla fine delle stradelle interne in modo che i compattatori possano avere spazio per fare le manovre opportune». Sulle illazioni relative all'intervento di Basilico, Giliberto ha poi concluso: "Si vedrà se questa ipotesi, al momento infondata, dovesse trovare credito. In quel caso potrebbe essere il sindaco a revocare la mia nomina o io stesso a rassegnare le dimissioni».

Sa.Mar.
Categoria:  Politica Inserita il: 17-07-2008
Letta: 371 volte Fonte: LaSicilia.it
Commenti: 0  Commenta questa notizia 
Chiavi: