Home  News Utenti  Foto Utenti  Video Utenti  Notizie dai giornali  Blogga  Account  Contatti 
Inserisci News Inserisci Foto Inserisci Video
Registrati Recupera i tuoi dati Crea/Aggiorna profilo Privacy Condizioni d'uso Utenti
Siti Registrati Registra un sito Supportaci

 in  
Utente Password
  News dai giornali

Cronaca


Raid vandalico contro la casa del sindaco a Marzamemi


Raid vandalico contro la casa del sindaco a MarzamemiPACHINIO - Atti vandalici, nei giorni scorsi, ai danni della casa del sindaco di Pachino Paolo Bonaiuto a Marzamemi. L'immobile restaurato di recente, si trova nel cuore della frazione marinara. Nelle notti scorse qualcuno ha divelto un cancelletto di ingresso in ferro battuto, scardinandolo completamente. Il danno è stato immediatamente riparato e dell'episodio non è ancora stata fatta alcuna denuncia anche se il primo cittadino si è riservato di farlo.
«E' il frutto di un clima avvelenato - ha commentato il primo cittadino -. Quando si innesca un meccanismo di caccia alle streghe come quello che ha messo in moto l'opposizione, i risultati sono questi. I più facinorosi infatti, si ritengono quasi legittimati a scatenare un clima di odio personale, e l'atto vandalico non è altro che una legittima conseguenza». L'immobile, peraltro, non risulta neppure di proprietà diretta del sindaco, ma dei suoi familiari, e già in passato è stato oggetto di attenzioni che ne hanno ritardato l'apertura di un'attività di ristorazione a cui il piano terra è destinato.

La scorsa estate infatti, mentre erano in corso dei lavori di restauro, il cantiere fu bloccato per ordine della Procura della Repubblica che, all'interno dei terrapieni dell'immobile cercava nientedimeno che i resti di un cadavere. Dopo le ricerche risultate vane, i lavori proseguirono regolarmente. Anche in quell'occasione il sindaco Bonaiuto fece esplicite allusioni a presunte denunce di natura politica che si riverberavano nella sua sfera personale. Nelle settimane scorse il primo cittadino è stato preso ancora di mira con dei volantini anonimi che documentavano la vendita di alcuni immobili di sua proprietà. Si trattò, peraltro, di un atto mirato esclusivamente alla denigrazione, posto che il volantino circolato, oltre a essere completamente anonimo, era costituito da una visura catastale corredata con frasi diffamatorie. Ora i nuovi atti vandalici a Marzamemi.

Salvatore Marziano
Categoria:  Cronaca Inserita il: 29-12-2012
Letta: 915 volte Fonte: LaSicilia.it
Commenti: 0  Commenta questa notizia 
Chiavi: raid vandalico casa sindaco bonaiuto marzamemi danni denuncia odio opposizione volantino anonimo