Home  News Utenti  Foto Utenti  Video Utenti  Notizie dai giornali  Blogga  Account  Contatti 
Inserisci News Inserisci Foto Inserisci Video
Registrati Recupera i tuoi dati Crea/Aggiorna profilo Privacy Condizioni d'uso Utenti
Siti Registrati Registra un sito Supportaci

 in  
Utente Password
  News dai giornali

Cronaca


Maxi sequestro di una piantagione di marijuana


Maxi sequestro di una piantagione di marijuanaPACHINO - Al termine di una attività investigativa antidroga, gli agenti del commissariato di Pachino, guidati dal commissario Paolo Arena, hanno proceduto all'arresto in flagranza di reato di Pietro Miceli di 47 anni, già noto alle forze dell'ordine. L'uomo è stato sorpreso in contrada Stallone mentre era intento a coltivare una vera e propria piantagione di marijuana all'interno di un tunnel normalmente dedicato alla produzione di pomodori ed ortaggi. Gli agenti hanno rinvenuto un grosso quantitativo di stupefacente anche all'interno di un casolare adiacente al tunnel destinato alla produzione, ed adibito a ricovero e deposito di mezzi agricoli. In particolare gli agenti hanno proceduto al sequestro di circa 50 arbusti per un peso complessivo di 75 chilogrammi della specie Skunk, stupefacente più potente rispetto alla marijuana classica perché frutto di un incrocio tra alcune specie di stupefacente, all'interno del predetto tunnel e di un chilo di marijuana già essiccata e pronta per la commercializzazione nel cassone di un camion di proprietà dello stesso Micieli.

Su disposizione del sostituto procuratore della Repubblica del tribunale di Siracusa, dottoressa Bonfiglio, Micieli è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari nella sua abitazione di via Cagliari. Lo stupefacente sequestrato sarà ovviamente distrutto. Si tratta della quarta operazione antidroga portata a compimento dagli agenti del commissariato di Pachino in poco più di un anno. Il contrasto allo spaccio di stupefacenti, è divenuta una vera priorità per la Polizia di Pachino considerati gli effetti devastanti nelle vite di tanti giovanissimi. Il territorio pachinese, infatti, si presta bene agli obiettivi della criminalità locale data l'estensione notevole di terreni e serre utilizzabili, oltre che per gli scopi classici di coltivazione di ortofrutta, anche per quelli meno leciti di coltivazione di stupefacente che, invece di essere importata, può essere come dimostrato da questa operazione prodotta in loco.

Salvatore Marziano
Categoria:  Cronaca Inserita il: 05-06-2013
Letta: 1203 volte Fonte: LaSicilia.it
Commenti: 0  Commenta questa notizia 
Chiavi: sequestro piantagione marijuana antidroga pomodoro tunnel commissariato polizia criminalità canapa