Home  News Utenti  Foto Utenti  Video Utenti  Notizie dai giornali  Blogga  Account  Contatti 
Inserisci News Inserisci Foto Inserisci Video
Registrati Recupera i tuoi dati Crea/Aggiorna profilo Privacy Condizioni d'uso Utenti
Siti Registrati Registra un sito Supportaci

 in  
Utente Password
  News dai giornali

Politica


Alla ricerca dell'assetto perduto


Alla ricerca dell'assetto perdutoPACHINO - Il sindaco Paolo Bonaiuto cerca una soluzione dopo l'azzeramento della giunta. Oggi si attendono i nomi del nuovo esecutivo. Tra sabato e domenica si sono svolti dei vertici con i consiglieri che compongono la coalizione che sostiene il primo cittadino. L'inghippo sta nella presenza contemporanea di Peppe Poidomani e Patrizia Tossani. In caso di conferma dell'ex assessore ai lavori pubblici, il gruppo di Corrado Bufardeci (comprendente anche Gibilisco) farà il nome della Tossani per la nuova giunta. Qualora nella rosa dei nomi non vi fosse quello di Poidomani, dal gruppo Bufardeci arriverà un altro nome in quota Gibilisco. Ad avanzare proposte è anche il consigliere Runza, ormai staccatosi dal gruppo misto, che avrebbe proposto un nome nuovo, fuori da qualsiasi schema politico. Stesso discorso per Massimo Agricola così come per Gabeli e Giannì. Resta da vedere cosa intenderà fare Terzo. In forte bilico le posizioni di Spadaro e Campisi che il sindaco non vorrebbe più in giunta. In questo guazzabuglio resta ferma la posizione di Grande Sud che ha proposto la conferma di Poidomani.

Alla fine, dal cilindro di Bonaiuto potrebbe uscire la riconferma della squadra assessoriale azzerata pochi giorni addietro. Un'ipotesi che in tanti considerano plausibile dal momento che le consultazioni con le varie anime della coalizione hanno soltanto aumentato la confusione. «La posizione del nostro gruppo - afferma Patrizia Tossani - è chiara, tutto dipende dalle scelte del sindaco circa la presenza o meno nel nuovo assetto di giunta del consigliere surrogato, ovvero di Peppe Poidomani che, lo ricordo, è entrato in consiglio comunale dopo una surroga, non avendo avuto, nel 2009, i consensi necessari per conquistare un seggio dopo il voto». Intanto, sull'invio delle lettere di revoca degli incarichi esterni e di altre posizioni organizzative, imposto dai rilievi della Corte dei conti, pare che le stesse sarebbero state protocollate ma non ancora inviate. I consiglieri d'opposizione potrebbero oggi chiedere spiegazioni a questo proposito data la delicatezza della situazione.

SERGIO TACCONE
Categoria:  Politica Inserita il: 08-04-2013
Letta: 702 volte Fonte: LaSicilia.it
Commenti: 0  Commenta questa notizia 
Chiavi: bonaiuto giunta poidomani tossani bufardeci gibilisco runza terzo agricola spataro campisi corte dei conti